Sigarette elettroniche e l'uso di liquidi elettronici

Sigarette elettroniche e l'uso di liquidi elettronici

Si dice che le sigarette elettroniche e l'uso di e-liquid con o senza nicotina aiutino i fumatori a smettere di fumare.

Sulla base di questa premessa, l'inalazione dovrebbe produrre una quantità di vapore simile a quella di uno scoppio di sigarette. Altri usi, come la creazione di enormi nuvole o lo svolgimento di competizioni di abilità con il vapore, sono lontani dallo scopo dell'interessante dispositivo, ma il mammifero umano trova sempre modi per giustificare usi discutibili di quasi tutto ciò che passa nelle sue mani.

Esistono studi che indicano che la riduzione del rischio nell'uso del tabacco ottenuta con l'uso di sigarette elettroniche può arrivare fino al 95%, il che è un numero davvero interessante, a condizione che l'uso sia corretto. Ciò include la qualità del dispositivo elettronico, la composizione e la qualità dei liquidi elettronici e un consumo moderato e ragionevole. A mio avviso, questo ultimo consiglio si applica a tutte le sostanze che consumiamo e alle attività che svolgiamo.

Tutti gli e-liquid sul mercato sono costituiti essenzialmente da glicole propilenico o PG e glicerina vegetale o GM in diverse proporzioni o percentuali e sapori. Possono contenere anche una piccola percentuale di acqua distillata. E non dovrebbero contenere altri tipi di additivi, il che è un fatto importante, come vedremo più avanti.

Esistono e-liquid con CBD e terpeni in diverse percentuali di CBD e profili terpenici. In questo caso, i terpeni potrebbero essere classificati come aromi. L'attuale legislazione in Europa vieta la commercializzazione di prodotti contenenti CBD come integratore alimentare, ma l'uso nell'e-liquid non sarebbe un alimento.

Il glicole propilenico (PG) dovrebbe essere il componente base utilizzato negli e-liquid. È un composto alcolico organico incolore, insapore e inodore. La tossicità orale acuta di una singola dose di PG è molto bassa. Tossicità cronica orale. A causa di questa bassa tossicità orale, PG è stato generalmente riconosciuto come sicuro per molti anni e le proprietà battericide sono state persino attribuite.

Le loro applicazioni sono molto ampie: come umettanti in prodotti farmaceutici, cosmetici, alimentari e tabacco, come aroma- e tingere solventi negli alimenti (formaggio, gelato, latte, ecc.) e nelle bevande (additivo alimentare E1520), come antigelo per alimenti, in macchine per fumare artificiali per l'addestramento di vigili del fuoco e per produzioni teatrali, come componente di cosmetici, prodotti per l'infanzia, in molte medicine, disinfettanti per le mani, lozioni antibatteriche e soluzioni saline.

Finora nei paesi dell'Unione Europea l'uso negli alimenti per il consumo umano è regolato dalla direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio n. 95/2 / EG per gli additivi alimentari che non Sono coloranti o dolcificanti. Anche la carcinogenesi è stata studiata ed è negativa.

Tutti questi studi riguardano l'uso di PG orale o topico, ma non ci sono molti studi sulla somministrazione o l'inalazione a medio e lungo termine. Tuttavia, va tenuto presente che le sigarette elettroniche sono state utilizzate per 16 anni e nessuna patologia che può essere associata all'uso corretto e ragionevole di questi dispositivi è mai stata identificata epidemiologicamente.

Glicerina vegetale o glicerina ( GV) è un liquido limpido e inodore a base di oli vegetali, in particolare olio di palma, soia o cocco. Il GM ha una serie di usi preziosi, tra cui prodotti cosmetici, alimenti e come sostituto dell'alcool nelle tinture botaniche ed erbacee.

La glicerina vegetale utilizzata nella produzione alimentare è raccomandata dalla farmacopea statunitense. Gli Stati Uniti (USP) devono avere una purezza superiore al 99% e un sapore dolce. La glicerina vegetale viene metabolizzata in modo diverso dallo zucchero e utilizzata negli alimenti a basso contenuto di carboidrati per fornire dolcezza e umidità. A differenza dello zucchero, la glicerina non causa problemi dentali.

Il GV può essere usato come diluente e come sostituto dell'alcool per la produzione di estratti o tinture di erbe. Questo è un vantaggio per le persone che vogliono evitare l'alcool.

La glicerina vegetale, a causa delle sue proprietà lipidiche, può causare problemi respiratori se consumata eccessivamente. Dobbiamo sempre controllare la percentuale di OGM contenuta negli e-liquid. Più è alto, più opportunità abbiamo di creare problemi se lo consumiamo eccessivamente. I problemi di salute derivanti dall'uso di sigarette elettroniche sono direttamente correlati alla percentuale di OGM. Maggiore è la percentuale, maggiore è la probabilità di problemi respiratori.

Prima di approfondire questo argomento, torniamo al 2014. Il primo caso di polmonite lipoide diagnosticato in Spagna (il secondo in tutto il mondo) è stato diagnosticato ad A Coruña nel 2014. Il paziente, un "fumatore primario", consumava quotidianamente due confezioni di tabacco. Ma quando passò alla sigaretta elettronica, consumava cinque carichi al giorno o cinque pacchetti. La sua dipendenza è aumentata così tanto che questo consumo di e-liquid con un'alta percentuale di glicerina vegetale ha messo in pericolo la sua vita e ha dovuto essere ricoverato in ospedale fino alla sua guarigione. Dopo essere stato rilasciato, l'uomo è tornato al tabacco tradizionale nonostante avesse cercato di ridurne il consumo. Ciò che ha causato il problema è stato l'accumulo di glicerina vegetale, un lipide che si è accumulato nei polmoni del paziente e ha impedito una corretta ossigenazione. "Se viene mantenuto il consumo di sigarette elettroniche, in breve tempo verranno diagnosticati più casi di polmonite lipoide", ha dichiarato Carlos Jiménez, direttore della ricerca sul tabacco presso la Società Spagnola di Pneumologia e Chirurgia Toracica. E va ancora oltre: "È una malattia che può essere grave e persino fatale se colpisce una persona con una precedente carenza" (3). Ovviamente, questo consumo è troppo elevato e sicuramente gli e-liquid contenevano una percentuale di GM di almeno il 50%, il che facilita l'insorgere di problemi, sempre legati all'abuso e alla percentuale di GM. Ad oggi, nonostante la regolamentazione obsoleta dei prodotti e l'uso improprio della sigaretta elettronica da parte di molti utenti, non è stata identificata alcuna ulteriore polmonite lipoide.

Cosa sta succedendo attualmente negli Stati Uniti? Si verifica una "epidemia di vapers", che causa gravi problemi respiratori in relazione all'inalazione di e-liquid contenenti THC. Questa è stata la prima notizia!

La prima analisi medica è mirata alla polmonite lipoide, ma sarà presto esclusa:

"Sebbene non possiamo escludere il possibile ruolo dei lipidi, non abbiamo nulla visto, il che suggerisce che questo è un problema causato dall'accumulo di lipidi nei polmoni. Invece, sembra essere una sorta di danno chimico diretto, simile a quello che potresti fare se esposto a vapori chimici tossici, vedere gas tossici e sostanze tossiche ", afferma il Dr. Brandon Larsen, patologo chirurgico presso la Mayo Clinic Arizona ed esperto nazionale di patologia polmonare (1).

Il problema di salute causato negli Stati Uniti, che è direttamente correlato all'uso di sigarette elettroniche e THC, merita un'analisi approfondita perché la spiegazione è semplice, ma purtroppo al momento della stesura di questo articolo, sono morte 39 persone e più di duemila hanno conseguenze o sono gravemente malati. Se utilizziamo liquidi elettronici contaminati o formulati in modo errato con prodotti tossici, abbiamo problemi. Se i componenti di una sigaretta elettronica, come il serbatoio e-liquid, sono contaminati da batteri o funghi o maneggiati e riempiti senza le necessarie condizioni igieniche, c'è un problema. Molti utenti di sigarette elettroniche producono i propri liquidi elettronici o li commercializzano in un mercato senza regolamentazione o controllo. Pertanto, le condizioni igieniche e la qualità dei prodotti utilizzati determinano se il prodotto finale è adatto al consumo o può causare problemi. Se abbiamo usato un prodotto derivato dalla cannabis per creare un liquido elettronico, ad esempio se l'erba o l'estratto sono contaminati da pesticidi o metalli pesanti, il prodotto finale causerà problemi a breve o medio termine e non dipenderà più nemmeno dall'uso del sigaretta elettronica. Se i componenti dell'e-liquid non sono corretti o le concentrazioni sono errate, possiamo ovviamente anche causare la morte.

Il tocoferolo acetato (Vit E), che ha proprietà antiossidanti ed è utilizzato nell'industria alimentare o farmaceutica, è stata una delle cause di questo disastro perché Honey Cut (2) ha commercializzato un diluente alternativo per questo prodotto PG e GV con una composizione esplosiva, acetato di vitamina E puro al 90-95%! E anche le altre forme di vitamina E. Honey Cut hanno raggiunto valori di mercato molto elevati per i diluenti e-liquid. Motivo per cui questo fatto ha aggravato il numero di persone colpite. Se seguiamo la catena di produzione, questo diluente già molto problematico per il taglio del miele raggiunge, ad esempio, i già accusati fratelli Huffhines (5) del Winsconsin, che producono una miscela di diluente con estratto di cannabis contaminato da miclobutanyl, esano. Butano, propano, ecc. Né le condizioni igieniche sono corrette né le conoscenze per eseguire queste formulazioni. Solo nello stato della California, ci sono circa 2.800 negozi che vendono questi prodotti senza controllo. Ciò lascia la situazione al governo, che deve affrontare il problema e regolamentare questo mercato per evitare gravi problemi di salute causati dalla mancanza di regolamentazione e controllo dei prodotti.

Tuttavia, l'intenzione iniziale era chiara di utilizzare la situazione per attaccare la sigaretta elettronica e la cannabis senza dati oggettivi e con confusione scientifica, accompagnata da una mancanza di conoscenza in materia da parte degli attori sociali che hanno affrontato la crisi , , Dobbiamo anche valutare i prodotti che provengono dal mercato cinese senza i controlli o le informazioni necessarie sui prodotti e sulla loro composizione. Penso che regolamentare questo mercato sia un problema globale perché possiamo evitare problemi di salute e usare una risorsa molto utile per i fumatori che vogliono abbandonare l'abitudine al tabacco tossico che ha così tanti effetti negativi sulla nostra salute. Se apprezziamo le ultime informazioni, è diventato chiaro che gli stati che hanno regolato il mercato della cannabis hanno avuto un migliore controllo della situazione essendo in grado di esercitare un controllo più efficace per ritirare i prodotti illegali. La maggior parte dei casi si è verificata in paesi non regolamentati. È chiaro che il mercato nero e la mancanza di regolamentazione sono alla base del problema negli Stati Uniti. Va detto a loro favore che i prodotti e i lotti di cannabis autorizzati (circa 5000) sono stati autorizzati nello stato della California (5) nell'ultimo anno e mezzo a causa di etichettatura errata, presenza di pesticidi, residui di solventi o metalli pesanti ritirati. L'accesso legale a questi prodotti rende il loro controllo efficace o inesistente. Ovviamente è chiaro che il problema che è costato molte vite non ha nulla a che fare con la sigaretta elettronica o l'abitudine di svapare. Il motivo è la mancanza di regolamentazione e controllo di questo mercato. Spero che questa situazione non abbia alcun impatto sulle posizioni legislative di altri paesi, come nel caso della cannabis a metà del secolo scorso, e culminò con la firma della Convenzione delle Nazioni Unite a Ginevra del 1961, dove la cannabis divenne un narcotico nell'elenco 1 .

Attraverso la vaporizzazione responsabile e il controllo di qualità degli e-liquid, possiamo ridurre il possibile rischio di consumo di e-liquid oltre a utilizzare vaporizzatori adeguati. Se confrontiamo i rischi di svapo con l'uso del tabacco, possiamo ridurre significativamente il rischio di problemi di salute derivanti dal suo uso. In effetti, la vaporizzazione è un'alternativa all'arresto del consumo di tabacco e, se lo sostituisci, i benefici per la salute sono più che notevoli. La qualità dei sapori, del CBD o dei terpeni che troviamo nei vari e-liquid è importante per evitare problemi dovuti alla tossicità o persino alla contaminazione. Molti vapers usano e-liquid, la cui composizione non conoscono, e dovrebbero davvero essere i governi che regolano e non vietano queste alternative al fumo che influenzano così alcune aziende farmaceutiche come Pfizer, anche se è più facile per le loro capacità, Champix -Product (Varenicline), l'unico prodotto in Spagna che finanzia il sistema sanitario pubblico per smettere di fumare. Secondo il quotidiano Der Spiegel (4), questa azienda farmaceutica ha finanziato campagne contro la sigaretta elettronica in Europa, e se questa notizia è vera, è perché sono preoccupati di perdere il mercato con il loro prodotto farmaceutico, data l'efficacia della sigaretta elettronica che ha smesso di fumare. Ovviamente, l'uso della sigaretta elettronica non garantisce il successo nella cessazione del fumo, lo strumento principale è la forza di volontà e la motivazione per smettere.

Suggerimenti tecnici sull'uso di sigarette elettroniche

Suggeriamo di usare la controcorrente , poiché l'uso della sigaretta elettronica attualmente promuove l'evaporazione sotto ohm con resistenze molto basse di 0,15 / 0,30 ohm e potenze superiori a 200 W in alcuni dispositivi, con conseguente resistenza quasi istantanea della lampadina, temperature fino a generato a 400º. Aggiungendo un'alta percentuale di GM nell'e-liquid (dal 40 all'80%) si ottiene una quantità straordinaria di vapore. Ma non otteniamo il miglior gusto, il suo uso si concentra sulla produzione di vapore in grandi quantità, non per ottenere aromi complessi con molte sfumature.

È un uso logico della sigaretta elettronica? Non pensiamo.

Le sessioni di svapo dovrebbero essere produttive, ma non dobbiamo aspettare rigogliose nuvole di vapore. Abbiamo scelto una quantità adeguata di vapore che può imitare un bastoncino di sigaretta. Ciò si ottiene con liquidi elettronici con una bassa percentuale di OGM, sarebbe consigliabile un massimo del 20%, ma al momento non possiamo trovarli sul mercato con questa formulazione! Il problema è il GV, il PG è più sicuro, anche se probabilmente non è innocuo. Consumo adeguato e uso corretto.

Il livello di gusto può essere aumentato se utilizziamo resistori da 1 a 2 ohm nei nostri atomizzatori, entrambi riparabili e "tutto in uno", che si riflette in un aumento più lento della temperatura, senza raggiungere la lampadina della resistenza. e quindi ad alte temperature (da 300º a 400º). Queste temperature possono produrre composti come acrolina o formaldeide e non sono necessarie per il trasporto di liquidi elettronici. Pertanto, minimizziamo che le sostanze cancerogene vengono prodotte in modo efficiente se le confrontiamo con quelle risultanti dalla combustione di una sigaretta. Raccomandiamo inoltre di evaporare tra 15 W e 30 W in evaporatori con controllo della potenza. I dispositivi "pod" di svapo che troviamo sul mercato seguono già queste linee guida. La ragione e la logica sono state finalmente installate in questi dispositivi se li confrontiamo con l'uso di "mod" e atomizzatori con 0,15 ohm e fino a 200 watt di potenza! Veloce lampadina di resistenza e alte temperature che le sostanze cancerogene possono generare, sempre in relazione alla qualità dei componenti del dispositivo e ovviamente dell'e-liquid.

Non dimenticare di mantenere e pulire il serbatoio regolarmente, z. B. con alcool isopropilico e acqua calda e sostituire gli elementi riscaldanti in base alla frequenza di utilizzo. Se cambiamo l'e-liquid senza pulire il serbatoio e cambiare la resistenza, i sapori si mescolano per primi. Per i buongustai, puoi provare i diversi e-liquid con diversi atomizzatori senza mescolare i sapori. Ricorda che non dovresti gettare l'e-liquid fuori dall'atomizzatore in quanto può bruciare il cotone e il gusto della combustione è inevitabile. Dobbiamo cambiare o riparare la resistenza se utilizziamo atomizzatori riparabili.

Le sigarette elettroniche non intendono iniziare a svapare come primo passo verso un uso successivo del tabacco, nient'altro dalla loro indicazione. Pensiamo che sia interessante per i fumatori di tabacco che vogliono sostituire l'abitudine di svapare con la sigaretta, il che riduce significativamente il rischio di inalare il fumo dopo aver bruciato le sigarette.

Continuerò a usare la sigaretta elettronica difendere e applicare sempre le misure di prevenzione dei rischi e la loro filosofia di consumo che raccomandiamo.

Accetto che questi dati verranno archiviati sul sito Web dopo aver fatto clic su Invia
Ho letto il politica sulla riservatezza e accettalo.